Medicina dello Sport Viareggio-Versilia

Il Centro di Medicina dello Sport Viareggio-Versilia è da sempre al servizio delle società sportive versiliesi, offrendo ogni tipo di risposta alle esigenze degli atleti. Gli atleti hanno a disposizione tutti gli strumenti tecnici e professionali per poter svolgere in sicurezza le loro attività agonistiche.


Il Centro di Medicina dello Sport Viareggio-Versilia nasce a Viareggio nel 1981 ad opera di un gruppo di Medici dello Sport e con il contributo del Coni, della Federazione Medico Sportiva Italiana e del Comune di Viareggio.



MEDICINA SUBACQUEA 15


Pillole di medicina subacquea ed iperbarica BENDS

IL DOLORE ARTICOLARE , OSSEO E MUSCOLARE DOPO IMMERSIONE

Mi e' capitato recentemente di visitare una subacquea che ha avuto una costellazione di sintomi e segni collegabili a patologia da decompressione su piu' organi e tessuti .
Tra gli organi interessati dalla mdd vi era anche l’articolazione del ginocchio.
Un problema che e' stato misconosciuto e non individuato in ambito di pronto soccorso e valutazione in camera Iperbatica

I BENDS, ossia la malattia da decompressione che interessa il tessuto osteoarticolare , rappresenta invece la piu' frequente manifestazione di mdd
Si manifesta improvvisamente o con gradualita' di solito entro le 3 ore successive all' immersione 
E’ avvertita come dolore sordo, pulsante, talora intollerabile e puo' essere articolare o periarticolare.
Puo' interessare tutte le grandi e piccole articolazioni , raramente ha localizzazione pluriarticolare .
Si localizza nelle articolazioni o nei gruppi muscolari che sono stati piu' utilizzati e sollecitati durante l’immersione o subito dopo l'immersione . 
Il ginocchio e' uno dei tessuti piu' ideali di accumulo di gas libero e per questo e' tra le articolazioni la piu' frequentemente colpita 
Il dolore e' presente a riposo ma peggiora con il movimento
Peggiora sotto l’acqua calda ( per la legge di Charles) e talora migliora se la zona e' compressa 
Il dolore non diminuisce d’intensita' con la somministrazione di analgesici, ma puo' recedere con la ricompressione terapeutica 
La malattia da decompressione osteoarticolare se non trattata adeguatamente puo' provocare danni irreversibili 
Viene collocata , secondo una passata classificazione , tra le patologie da decompressione di tipo 1 

Trattamento immediato in caso di sospetto di BENDS:
Distendere l’infortunato 
Una volta certi delle funzioni vitali fare respirare ossigeno normobarico.
Il subacqueo andrebbe spogliato per eliminare l’attrezzatura che puo' provocare costrizioni corporee 
Se l’ambiente e’ freddo puo' essere utile lasciare la muta 
Avviare le procedure standard di soccorso con allertamento del 118 e della camera iperbarica piu' vicina 
La somministrazione di ossigeno non va interrotta sino all' arrivo in camera iperbarica 
Se il subacqueo e' pienamente cosciente puo' bere dell' acqua per diluire la concentrazione del sangue , ma si deve fare attenzione alla funzione vescicale ( per sopraggiunta patologia da decompressione di tipo neurologico vescicale !! ) 
In camera iperbarica verra’ compresso a 18 metri per valutare la tabella terapeutica ideale 

Cosa fare dopo aver subito questa patologia :
Se dopo terapia iperbarica la guarigione e’ totale , per sicurezza e' bene non immergersi per almeno 14/ 20 giorni , dopo di che si puo' tornare in acqua 
È fondamentale pero' prima di immergersi di nuovo, sottoporsi ad una adeguata visita medico iperbarica per stabilire quali possono essere state le cause di tale patologia 
Dr Umberto Chiericoni 

Sino al 1994 è stato dipendente dalla Federazione Medico Sportiva Italiana.